/ Agenda Digitale / Paolo Coppola è il nuovo presidente del tavolo per l'Agenda digitale. Ecco la squadra

Paolo Coppola è il nuovo presidente del tavolo per l'Agenda digitale. Ecco la squadra

Paolo Coppola
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Roma, 9 ottobre 2014

Professore associato di informatica all'Università di Udine e assessore all'Innovazione ed e-government del Comune friulano, il deputato Pd Paolo Coppola è il presidente del tavolo permanente per l'innovazione e l'agenda digitale, istituito con decreto lo scorso 23 settembre all'interno della presidenza del Consiglio dei ministri. Il parlamentare Dem ha subito ringraziato per la fiducia il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia, di cui è consulente per l'Agenda digitale, dichiarando il suo entusiasmo e l'intenzione di impegnarsi “per cercare di colmare il gap che divide l'Italia dagli altri Paesi dell'Ue sul fronte della digitalizzazione”. Semplificare la vita di imprese e cittadini, ha spiegato il deputato 41enne, sarà obiettivo prioritario del nuovo organismo, al quale prenderanno parte 10 esperti di digitale e innovazione che non percepiranno né emolumenti né rimborsi.

Paolo Coppola

Nel pool di addetti ai lavori figurano anche Ernesto Belisario, avvocato specializzato in diritto amministrativo e diritto delle nuove tecnologie; Flavia Marzano, docente alla Sapienza e presidente dell'Associazione Stati Generali dell'Innovazione; Francesco Sacco, esperto di Tlc e docente presso l'università dell'Insubria e alla Bocconi di Milano; il giornalista Luca De Biase, editor di innovazione al Sole 24 Ore e Nova24 e presidente della Fondazione Ahref; l'avvocato Diego Rufini, docente a contratto a Bologna e autore di diverse pubblicazioni in materia di diritto societario, di diritto bancario e di diritto fallimentare, l'avvocato Eugenio Prosperetti, docente a Siena e consulente di operatori di comunicazione, software companies e istituzioni; il giornalista e blogger Massimo Mantellini, esperto in particolare del diritto all'accesso, della tutela della privacy e della politica delle reti; la docente e formatrice Dianora Bardi, vicepresidente di Impara Digitale e promotrice della scuola digitale; Lorenzo Benussi, che ha lavorato con il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo occupandosi dell'Agenda digitale italiana e ha realizzato progetti di innovazione con la presidenza del Consiglio e il ministero degli Esteri.
Avere una pubblica amministrazione completamente digitale entro 18-24 mesi, valorizzando le competenze presenti nel comparto. E condurre in porto progetti partiti di recente e talvolta arenati come l'anagrafe unica, la fattura elettronica e l'identità digitale, che garantiscono risparmio economico e di tempo, servizi efficaci e certezza dei dati. A questo proposito Coppola ha auspicato fi “fare squadra” con tutti i componenti del tavolo e con il funzionario al ramo del ministero. Sono così si potranno ottenere risultati in tempi congrui su temi come il fisco digitale, la dichiarazione precompilata, il fascicolo sanitario elettronico, una scuola amica delle nuove tecnologie e un'impresa giovane ma soprattutto innovativa. “La lotta alla burocrazia passa per la digitalizzazione del Paese e noi siamo pronti a portarla avanti fino in fondo”, ha spiegato Paolo. Coppola. Non resta che augurargli buon lavoro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Commenti

comments

0 COMMENTA

Scrivi qui il tuo messaggio

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>